Blog

come muoversi a formentera

Come muoversi a Formentera: info, costi e consigli

Poche strade asfaltate, nessun semaforo e tanti sentieri sterrati caratterizzano Formentera. La sua natura selvaggia, infatti, è stata appositamente tutelata dal Consell Insular, il quale, evitando l’eccessiva cementificazione del suolo, è riuscito comunque a non ostacolare la fruibilità dell’isola.
A tal proposito, sono numerosi i percorsi verdi, studiati e classificati per gradi di difficoltà, istituiti proprio da tale ente. Da percorrere a piedi o in bicicletta, permettono di scoprire l’isola in un modo lento e intimo.

Come muoversi a Formentera è dunque una delle prime domande che ci si pone appena arrivati sull’isola. La risposta però non è così banale: è importante tenere conto del periodo in cui ci si reca, del numero di persone che viaggeranno con voi, della quantità degli spostamenti che si prevedono, della località in cui si prenderà l’alloggio e sicuramente anche del budget a disposizione.

Muoversi in scooter

La maggior parte delle persone che è stata a Formentera vi dirà che noleggiare uno scooter è la soluzione migliore per visitare l’isola in lungo e in largo. Questo è vero solo se però rispondete a determinati requisiti.

Innanzitutto l’età e la patente di guida: è necessario essere maggiorenni e possedere una patente di tipo B da almeno 3 anni per noleggiare motoveicoli con cilindrata da 50 cc fino a 125 cc. Il cosiddetto “patentino”, quello rilasciato a chi ha compiuto i 14 anni d’età dopo aver superato un esame, è valido per guidare veicoli con cilindrata 50 cc solo nel paese in cui viene emesso e non in tutta Europa.
Un’altra considerazione da fare è la capacità di guidare il motorino sulle strade sterrate… può sembrare una banalità ma la guida del mezzo cambia notevolmente su una strada non asfaltata.

Altro punto importante riguarda il periodo in cui visitate l’isola: in bassa stagione, per esempio, complice la poca presenza di turisti e le temperature non elevate, potreste anche pensare di noleggiare un’automobile. Spesso il motorino viene scelto per la difficoltà di trovare un parcheggio idoneo per l’auto… ma vi assicuriamo che questo non capita durante i mesi in cui l’isola è meno frequentata. Inoltre, le temperature miti, ma variabili, vi obbligherebbero la sera ad indossare sempre una felpa o una giacca (questo però può capitare anche nei mesi più caldi di luglio e agosto).

Per quanto riguarda le questioni più pratiche, ovvero dove, come e quando noleggiare un motorino, possiamo dirvi che prenotando on-line troverete tariffe più vantaggiose rispetto a quelle proposte in loco. I prezzi variano a seconda del periodo e la disponibilità dei mezzi diminuisce durante l’alta stagione, quindi è consigliato prenotare in anticipo soprattutto se desiderate scegliere tra una vasta gamma di modelli e cilindrate: per esempio gli scooter 125 cc con bauletto (comodi per lasciare il secondo casco quando si va in spiaggia) sono i più richiesti.

Per riservare una moto è necessario essere in possesso di un documento d’identità valido e di una carta di credito. Accertatevi del tipo di assicurazione inclusa nel prezzo (potrete sempre pagare in loco un extra giornaliero per annullare la franchigia) e controllate la qualità dei caschi che vi verranno forniti. La sicurezza viene prima di tutto!
Vi ricordo inoltre che i bambini sotto i 130 cm di altezza non possono essere portati sulla moto.

Ecco alcuni brevi consigli da tenere sempre a mente:
controllate gli orari di apertura del motorent, soprattutto per la riconsegna del mezzo il giorno della vostra partenza; sarebbe spiacevole scoprire proprio all’ultimo che è chiuso per pausa pranzo!
– parcheggiate sempre negli spazi contrassegnati dalle linee bianche per evitare spiacevoli multe. Nelle strade sterrate e nei parcheggi di terra, cercate di posizionare il mezzo in modo che non ostacoli gli altri veicoli.

Noleggiare un motorino è la scelta adatta per chi ha voglia di vivere l’isola accarezzati dal vento e spostarsi agilmente da una spiaggia all’altra. La sera è necessario essere molto prudenti a causa delle strade poco illuminate.

Muoversi in automobile

Noleggiare un’automobile è la scelta più idonea se siete una famiglia o un gruppo di persone che non ha dimestichezza con la guida di uno scooter sulle strade sterrate. Decisamente più confortevole, ma forse meno comoda nei mesi di luglio e agosto, è comunque una soluzione molto adottata sull’isola.

Per noleggiare una macchina il consiglio è sempre quello di fare qualche preventivo on-line in modo da trovare tariffe convenienti. Prenotare in anticipo vi permetterà di avere ampia scelta sul modello che desiderate, ma soprattutto sappiate che in alta stagione, se non vi muoverete con il giusto anticipo, potreste non trovare auto a disposizione. Le macchine, infatti, sono presenti in un numero molto minore rispetto alle moto.

Il prezzo del noleggio varia a seconda del modello che sceglierete e del periodo in cui soggiornerete a Formentera: l’auto più economica è la Fiat Panda, ma sono disponibili auto come la Jeep Wrangler o la Mehari che sono decisamente più scenografiche!

Muoversi a Formentera in automobile è semplice poiché, date le ridotte dimensioni dell’isola, non esistono molte strade. Prestate però sempre attenzione ai parcheggi: come in Italia, ci sono quelli a pagamento contrassegnati dalle linee blu (la maggior parte); quelli gratuiti contrassegnati dalle linee bianche; quelli di color giallo destinati al carico e scarico e infine quelli delimitati con linee verdi che sono destinati solo ai residenti (e sono presenti solo nel centro abitato di La Savina).

Per pagare la sosta presso le linee blu è necessario recarsi al parchimetro, digitare la targa del proprio autoveicolo ed inserire le monete per la durata prevista. Oppure è possibile scaricare sul proprio smartphone l’applicazione Flowbird Parking che permette di effettuare i pagamenti con carta di credito.
Esistono anche dei parcheggi contrassegnati dal numero 15: indicano la possibilità di far sostare l’auto gratuitamente per 15 minuti, sempre previa esposizione del ticket stampato dal parchimetro o da quello virtuale che vi arriva sul cellulare se utilizzate l’app. Questo servizio è utilizzabile però solo una volta al giorno.

Infine, troverete anche delle zone sterrate dove è possibile parcheggiare l’automobile gratuitamente. In questo caso non esistono regole precise ma è buona norma affidarsi al buon senso: non ostacolate gli altri veicoli con il vostro mezzo e non intralciate il passaggio dei pedoni.

Noleggiare una Mehari a Formentera

Simbolo incontrastato dell’isola e sinonimo di libertà, la mitica “spiaggina” Citroen Mehari è l’automobile di chi sceglie di vivere l’isola in pieno stile hippy-chic. Con il suo design scanzonato, una Mehari darà alla vostra vacanza quel tocco in più per renderla memorabile.

Noleggiare una Mehari non è così semplice poiché ne esistono pochissime sull’isola: qui dovete necessariamente giocare d’anticipo e quindi prenotarla per tempo. Indicativamente il suo prezzo giornaliero è intorno ai 100 €, ma varia a seconda del periodo e del numero di giorni di noleggio

noleggio mehari formentera

Essendo un’auto quasi priva di carrozzeria non è sicuramente comoda nelle giornate di pioggia oppure molto ventose; inoltre non potrete lasciare nulla di valore al suo interno poiché non esiste un modo per chiuderla totalmente.
Se siete delle persone che non necessitano di particolari comfort, questa macchina sarà una compagna unica ed originale per le vostre vacanze a Formentera.

Muoversi in bicicletta

Noleggiare una bicicletta è la scelta più ecosostenibile e rispettosa che possiate fare verso l’isola di Formentera. Esistono ben 32 circuiti verdi che potrete percorrere in totale autonomia e lontano dalle rotte più affollate. Si tratta infatti di sentieri, antiche strade, che collegavano i vari punti dell’isola quando le automobili non erano ancora così diffuse.
Suddivisi per gradi di difficoltà, come l’eventuale pendenza o la distanza da un punto all’altro, permettono di esplorare l’isola in un modo autentico e decisamente green. È l’elogio della lentezza: la possibilità di assaporare i profumi e di soffermarsi a godere di paesaggi inediti. La bicicletta è il mezzo adatto per chi vuole entrare in contatto con il genius loci dell’isola.

Esistono biciclette per tutte le età e anche quelle dotate di seggiolino per i più piccoli. Non è raro che le famiglie optino per questo mezzo, magari non per tutto il soggiorno sull’isola ma per una o due giornate. Ammirare vigneti, mulini a vento e campi dove pascolano placide caprette è ciò che offre una bel giro in bicicletta.

La bicicletta è anche l’unico mezzo che può entrare gratuitamente nelle spiagge di Ses Illetes e Levante. Non è infatti previsto alcun pedaggio al contrario di chi vi si reca in auto o in motorino (i quad invece non sono proprio ammessi).
L’unica controindicazione di questo mezzo è data dagli spostamenti notturni: data la scarsa illuminazione delle strade la sera è meglio affidarsi ad un taxi. Per quanto riguarda i parcheggi, non esistono molte rastrelliere dove legare la bicicletta. Posizionarle in luoghi dove non siano di intralcio è una scelta di buon senso a cui vi chiediamo di fare appello ogni qualvolta sosterete da qualche parte.

Infine, per chi non amasse percorrere svariati chilometri alla scoperta dell’isola, solo con la forza delle proprie gambe, le biciclette elettriche vengono in vostro soccorso. Sono mezzi molto diffusi e comparabili alla comodità di uno scooter. I prezzi del noleggio di una bicicletta, sia elettrica che tradizionale, variano a seconda della stagione ma non sono mai troppo elevati.
Pedalare è dunque un ottimo modo per risparmiare, tenersi in forma e rispettare la natura dell’isola.

Muoversi in taxi

Spostarsi a Formentera esclusivamente in taxi può essere una scelta delle persone che viaggiano in gruppo oppure per le famiglie con bambini piccoli. Svincolati dal pensiero del noleggio e del parcheggio, una vacanza senza pensieri è quella che si prospetta a chi opta per questo mezzo.

Ma capita anche di doverlo prendere il giorno del proprio arrivo per raggiungere l’alloggio e il giorno della partenza per recarsi al porto. In alta stagione il servizio taxi è disponibile 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.
Sull’isola ci sono tre fermate principali: una al porto di La Savina (la vedrete appena scesi dal traghetto), una ad Es Pujols vicino al centro informazioni dell’isola, ed una a Sant Francesc vicino alla gelateria La Mukkeria.

I taxi a Formentera non dispongono di un tassametro bensì di una tabella, in possesso del conducente, che prevede costi fissi per ogni spostamento.
Indicativamente possiamo dirvi che dal porto di La Savina ad Es Pujols il costo è di circa 15€ ma, se vorrete essere certi della spesa che affronterete per il vostro spostamento, domandate sempre al tassista prima di salire in automobile.

In estate, se chiamerete un taxi dalle ore 15 del sabato alle ore 7 del lunedì sappiate che pagherete una speciale tariffa weekend; così come esiste una tariffa notturna attiva ogni giorno dalle ore 21 alle ore 7 del mattino.

In tutta l’isola esistono 25 taxi (di cui solo uno attrezzato al trasporto di disabili) ma, data la grande richiesta di questo servizio nel periodo estivo, ne vengono aggiunti 8 in alta stagione per agevolare il flusso di turisti. Soprattutto se viaggiate nel mese di agosto mettete in conto tempi di attesa abbastanza prolungati.
Il numero di Radio Taxi è +34 971 32 23 42.

La scelta di non inquinare: auto e scooter elettrici

Sempre più diffuse sull’isola sono le auto elettriche (come la Citroen E-Mehari e la Smart Fortwo Cabrio) e gli scooter “green” come l’Askoll 125 cc.

Noleggiare un mezzo che non inquina prevede sicuramente alcune accortezze in più rispetto ad una tradizionale automobile o scooter. Per esempio, informatevi con anticipo dove si trovano i diversi punti di ricarica sull’isola e tenete conto della durata della batteria.

Esteticamente meno accattivanti, questi mezzi permettono però di vivere l’isola in un modo differente. Non producono lo stesso rumore di un’auto o di un motorino e non raggiungono velocità elevate. Apprezzerete di più il paesaggio che vi circonda e farete un bel gesto nei confronti di Madre Natura.

Muoversi in autobus

Utilizzare gli autobus di linea a Formentera, per spostarsi tra le varie spiagge ed i centri abitati, è una scelta un po’ inusuale ma comunque opzionabile se si vuole vivere l’isola con un approccio lento ed ecosostenibile.

Approcciatevi a questo metodo se siete delle persone pazienti e che non disdegnano di camminare un po’ per raggiungere un luogo preciso. Le fermate degli autobus, soprattutto per le spiagge, sono poste in prossimità della strada ed è dunque necessario passeggiare per arrivare al mare.

Le linee ordinarie sono 5 e servono i principali luoghi dell’isola. Quella chiamata L1 è attiva dalla zona del porto di La Savina e pratica un servizio di circolare. Passa dai nuclei urbani di Sa Roqueta, Es Pujols, Sant Ferran e Sant Francesc per poi ritornare al porto.

La linea L2 parte sempre dal porto ed arriva fino al paesino di El Pilar de la Mola (che è anche il punto più alto dell’isola). Questa è la linea che permette di raggiungere, oltre ai sopracitati paesi di Sant Ferran e Sant Francesc, anche la zona turistica di Ca Marí (dove ci sono alcuni grandi hotel come il Gecko o il Formentera Playa) e prosegue per Es Calò dove ci sono alcuni ristoranti molto belli.
Inoltre, se soggiornate nell’albergo Riu La Mola, effettua una fermata anche nei pressi del hotel (quest’ultima sosta è utile anche per raggiungere con una bella passeggiata la meravigliosa spiaggia di Caló Des Mort). Il capolinea è il paese di El Pilar de la Mola, dove ogni mercoledì e domenica, durante l’alta stagione, dal tardo pomeriggio fino a sera inoltrata si svolge il pittoresco mercatino hippy.

La linea L5 parte dal porto e conduce alla bellissima spiaggia di Cala Saona, passando per Sant Francesc; la linea L6, attiva da giugno a settembre, parte dal porto e, passando da Es Pujols, arriva fino alla zona di Migjorn. Infine la linea L7 collega la località di Migjorn con la meravigliosa spiaggia di Ses Illetes.

I biglietti si possono fare a bordo e il loro prezzo varia a seconda del tragitto: un breve raggio costa 1,80€ mentre uno ampio 2,55€ (a persona). Esistono anche piccole forme di abbonamento, come per esempio il ticket da 12€. Ha validità 24 ore dal momento in cui viene vidimato e permette di usare tutti gli autobus di linea senza limiti.

Decidere di spostarsi in autobus richiede un po’ di organizzazione e molta pazienza. Nonostante durante l’alta stagione le corse vengano incrementate, i tempi di attesa di un autobus possono essere lunghi. Informatevi preventivamente sugli orari e sull’ubicazione delle fermate onde evitare spiacevoli soste sotto il sole.
Purtroppo, la sera, gli autobus cessano le loro corse verso le ore 20 per poi riprendere verso le 7-8 del mattino a seconda della linea.

Come avrete capito ci sono diversi modi per muoversi a Formentera. Pianificate con anticipo anche questo aspetto della vostra vacanza e vi godrete l’isola nel modo a voi più consono.
Se non scegliete le alternative elettriche sappiate che esistono due benzinai sull’isola: uno tra Sant Ferran e Sant Francesc ed uno sulla strada che conduce al porto di La Savina venendo da Sant Francesc.

Una curiosità sulla mobilità che spesso non salta all’occhio a tutti… a Formentera non esistono semafori!

“Ogni viaggio lo vivi tre volte:

quando lo sogni,

quando lo vivi e

quando lo ricordi “

SCONTI

Acquista online i biglietti del traghetto Ibiza – Formentera e noleggia scooter o auto al prezzo più basso del web.
Puoi usufruire di questi sconti, anche se non hai affittato un alloggio con noi.

Affitto Formentera - Appartamenti Es Pujols, Case e Ville
www.affittoformentera.com