SANT FERRAN DE SES ROQUES

Sant Ferran è un caratteristico paesino nel cuore di Formentera. Allo storico Fonda Pepe rivivrete la spensierata atmosfera hippie.

Sant Ferran de Ses Roques (San Fernando) è situato nel centro di Formentera e la sua fama è dovuta al movimento hippie che, negli anni ’60, fece di questo piccolo centro abitato il suo quartier generale per feste ed eventi.

Situato a pochi chilometri da Es Pujols, Sant Ferran rappresenta un’alternativa alla Formentera più modaiola. Qui, infatti, si ritrovavano giovani libertini (chiamati “peluds” capelloni, dagli abitanti  dell’isola) in cerca di divertimento e spensieratezza; la piazza con la piccola chiesa fungeva da fulcro e gli abitanti dell’isola accolsero di buon cuore questa rivoluzione culturale fondata sul principio del “peace and love”.

Da visitare principalmente di sera grazie al suo mercatino artigianale e ai numerosi eventi proposti in piazza, amerete San Ferran per la sua semplicità.

Fonda Pepe

fonda pepe formentera

Fonda Pepe by night

Ne avrete sicuramente sentito parlare… questo è il caso in cui un luogo è già noto perchè la sua fama lo precede. Il Fonda Pepe a Formentera non è un semplice locale ma una vera e propria istituzione. Fu un punto di riferimento per tutta quella generazione che negli anni ’60 partecipò al movimento hippie e, a distanza di anni, è resistito a qualsiasi omologazione turistica. Situato nella piazza principale, il Fonda Pepe è bar, ristorante ed anche ostello.

Esiste una ritratto emblematico di quei tempi  fatto dal fotografo tedesco Reinald Wünsche: è una foto in bianco e nero che ritrae giovani ragazzi in un momento di aggregazione e condivisione. Altro che social network!

Con il passare del tempo Sant Ferran ed il Fonda Pepe hanno dunque mantenuto un’atmosfera autentica. Cenare o semplicemente bere qualcosa in questo storico locale vi farà rivivere l’essenza di quei tempi passati.

Chiesa di Sant Ferran

chiesa sant ferran formentera

La piccola chiesa di Sant Ferran

Situata nella piazza principale la piccola chiesa di Sant Ferran rappresenta una testimonianza delle chiese rurali tipiche di Ibiza. Costruita circa due secoli fa, questa chiesa in pietra ad un’unica navata e priva di campanile domina la piazza ornata di palme, fiori e qualche panchina. Da notare che in cima a questa chiesetta troviamo una campana solitaria.

È in questa piazza che si svolgono le principali manifestazioni volte a conservare usi e costumi tipici dell’isola. Segnaliamo tra tutte la festa del Santo Patrono che si celebra il 30 maggio.

Mercatino artigianale

Da inizio giugno a fine settembre ogni sera lungo la strada principale che costeggia la piazza, troverete un mercatino artigianale. Si svolge dalle ore 19 fino a mezzanotte ed è qui che potrete acquistare autentici souvenir hand-made. Numerosi artisti espongono le loro opere e non è difficile ammirarli intenti nella realizzazione delle stesse. Che sia un dipinto o un oggetto per la casa porterete per sempre con voi un pezzo della isla bonita.

Cova d’en Xeroni

cova d'en xeroni

Interno della grotta Cova d’en Xeroni

Da Sant Ferran dirigetevi verso la Mola ed al km 6.2 troverete le indicazioni per raggiungere questo sito decisamente particolare: la Cova d’en Xeroni. Scoperta in modo fortuito nel maggio del 1975 (mentre il proprietario del terreno stava scavando per la costruzione di un pozzo) questa grotta naturale, stando ad accurati studi scientifici,risale a circa tre milioni di anni fa.

Visitabile a pagamento, con una piccola cifra (5 euro), il proprietario di questa insolita grotta vi accompagnerà nel suo luogo sotterraneo. Scendendo pochi scalini, ad una profondità di 1,50 metri vi troverete all’interno di un unico ambiente decisamente suggestivo. Oltre alle classiche conformazioni di stalattiti e stalagmiti, noterete come, le radici delle piante situate nel giardino sopra la grotta siano riuscite a penetrare nel terreno e ad entrare quindi nella grotta stessa, dando origine ad uno spettacolo insolito.

Composta principalmente da ferro, manganese, calcite e sodio la temperatura presente all’interno della grotta è costante ed è pari a circa 20° centigradi durante tutto l’anno. Un motivo in più per visitarla quando sarete in cerca di refrigerio!

Le chitarre di Formentera

A Sant Ferran, il Formentera Guitars, è un rinomato laboratorio artigianale di chitarre e contrabbassi. Può vantarsi di avere servito musicisti internazionali come i Pink Floyd, i King Crimson e Chris Rea. Ogni anno, da più di 20 anni, permette a 7 giovani di prendere parte ad una originale vacanza-lavoro in cui, per circa due settimane, si dedicano alla realizzazione del proprio strumento musicale in modo del tutto artigianale con legni di alta qualità. Veramente singolare è il rito di carpenteria che è diventato in questi anni il sigillo della produzione made in Formentera: gli allievi del corso, dopo aver completato i vari processi, mettono il legno necessario per la realizzazione delle chitarre a bagno nelle limpide acque di Formentera e poi lo lasciano essicare al sole. In tale modo il legno sarà, a parere degli esperti, protetto dal degrado del tempo.

Cala En Baster

cala en baster formentera

Vista su Cala En Baster

Dal villaggio di Sant Ferran è possibile raggiungere la suggestiva località di Cala En Baster. Costituita prevalentemente da un paesaggio marino con scogliera qui potrete vedere i resti  dei rudimentali scivoli di carenaggio delle barche dei pescatori. La particolarità di questo sito risiede nel fatto che, diversamente da quelli visibili in tante altre parti dell’isola, gli scivoli di carenaggio non terminano in casette di legno ma in grotte scavate nella parete della scogliera.

Il mare che bagna questa spiaggia rocciosa, situata all’interno di un’insenatura a forma di U, è turchese e cristallino ed il paesaggio circostante è incontaminato, selvaggio. Passeggiando lungo la scogliera, alta fino a 50 metri, è possibile ammirare il panorama dell’intera costa settentrionale con le isole di S’Espardell e Ibiza sullo sfondo.

Ristoranti Sant Ferran

Tra i numerosi ristoranti presenti a Sant Ferran, consigliamo la pizzeria Macondo dove in un’atmosfera allegra potrete gustare pizza ma anche altri piatti tipici dell’isola; il ristorante Maricastaña, che propone una cucina spagnola rivisitata e, se doveste avere voglia di un’autentica pizza napoletana, potrete dirigervi al ristorante Quartieri Spagnoli: pizza da 10 e lode e proposte di carne e pesce che vi faranno sicuramente ritornare anno dopo anno.

Infine, la migliore paella dell’isola la potrete mangiare sicuramente al ristorante La Mariterranea: proposta nella versione più tradizionale o rivisitata magistralmente dallo chef, questo ristorante merita sicuramente 5 stelle.

“Ogni viaggio lo vivi tre volte:

quando lo sogni,

quando lo vivi e

quando lo ricordi “

CODICE PROMOZIONALE

Prenota utilizzando il codice promozionale ESTATE123 e risparmia con i nostri partner. Il codice è valido per TUTTI. Puoi usufruire degli sconti anche se non siamo riusciti a fornirti la sistemazione giusta per te.