Blog

formentera in un giorno

Formentera in un giorno: scopri l’itinerario perfetto

Se avete deciso di passare le vostre vacanze nella movimentata Ibiza, sicuramente non vorrete perdere l’occasione di vedere la sorellina minore: la meravigliosa isola di Formentera. Lontana anni luce dallo spirito ibizenco, questo fazzoletto di terra incarna totalmente l’idea di relax e natura selvaggia.

Se volete concentrare in poco tempo, alcune delle esperienze imperdibili da fare a Formentera in un giorno, vi suggeriamo di seguire il nostro itinerario. Tra spiagge, mulini a vento e suggestive vedute dall’alto siamo certi che Formentera entrerà subito nel vostro cuore.

Da Ibiza a Formentera in traghetto

Per raggiungere Formentera dovrete necessariamente prendere un traghetto dalla durata di circa 30 minuti. Esistono diverse compagnie che propongono questo tipo di trasferimento e, Mediterranea Pitiusa, propone una delle offerte più convenienti sul mercato. Il nostro suggerimento è di salire su uno dei primi traghetti in partenza da Ibiza in modo da poter dedicare più tempo alla scoperta di Formentera e delle sue bellezze!

Prenotando on-line il traghetto da Ibiza a Formentera potrete usufruire di un notevole risparmio sul prezzo totale di andata e ritorno. Selezionando “offerta per lo stesso giorno” avrete la possibilità di aggiungere all’offerta il biglietto del bus o il noleggio di una bici o di uno scooter. Quest’ultimo è altamente consigliato per girare l’isola in autonomia e, affittarlo una volta approdati al porto di Formentera vi farebbe perdere del tempo prezioso. Ottimizzare in questo caso si rivelerà profetico.

Il giorno della vostra visita a Formentera non dovrete far altro che recarvi alla banchina del porto muniti del ticket sul cellulare o in forma cartacea (bisogna prima fare il check-in come per il volo aereo) e salire su un traghetto della Mediterranea Pitiusa. Non dovrete fare nessuna coda alla biglietteria e, una volta arrivati al porto di La Savina a Formentera, sarete pronti per iniziare la vostra giornata.

Ritirare lo scooter al porto di La Savina

Appena il traghetto attraccherà al porto di La Savina sarete subito avvolti dai profumi dell’isola. A questo punto recatevi al motorent (trovate il nome della compagnia sul vostro ticket), ritirate lo scooter, indossate il casco e sarete pronti per la vostra giornata sull’isola di Formentera.

All’interno dei vari motorent sono disponibili delle mappe dell’isola, quindi non esitate a chiederne una. Vi servirà per orientarvi e capire come organizzare i vostri spostamenti. Se invece siete più tecnologici potete sempre fare riferimento al fidato Google Maps.

Direzione Sant Francesc Xavier

La prima tappa del nostro itinerario su cosa vedere a Formentera in un giorno sarà il capoluogo dell’isola, il caratteristico centro abitato di Sant Francesc Xavier. Distante meno di 4 km, impiegherete pochissimo tempo per raggiungerlo in sella al vostro scooter. Questo piccolo “pueblo” ospita gli edifici amministrativi dell’isola, come per esempio il municipio.

Di particolare interesse è però la chiesa ubicata nella piazza principale: ex fortezza, edificata nel XVIII secolo, ospita ancora nella sua facciata di calce bianca, il foro che serviva per sparare palle di cannone.

piazza sant francesc xavier

Ma la brulicante vita mattiniera di Sant Francesc si deve soprattutto ai bar e ai negozi. È veramente facile perdersi nel dedalo di stradine e non accorgersi del passare del tempo. Cercate di non soffermarvi troppo nelle varie boutique anche perchè la visita a Sant Francesc prevede la vostra colazione!

Se siete alla ricerca del classico cornetto e cappuccino vi suggeriamo di andare al Big Store, uno dei posti cult di Formentera. In questo coloratissimo bar, fondato da Mario Losio (ex manager di Jovanotti), è molto probabile che incontrerete tanti connazionali e magari qualche vip.
Se invece desiderate un’atmosfera più spagnoleggiante con un menù stile brunch, dovete assolutamente andare al Cafè Matinal. Si trova in una piccola stradina poco lontana dalla chiesa ed il suo aspetto così autentico ed hippy non potrà che folgorarvi.

Un’altra caratteristica di Sant Francesc è il mercatino artigianale che vi si svolge ogni mattina tra le sue stradine. Si tratta di una delle tante fiere disseminate nell’isola ma questa, in particolare, è dedicata ai monili.
Ne troverete di tutti i prezzi e per tutti i gusti: da quelli più costosi ed elaborati in argento a quelli fatti con materiali di recupero e dal costo più contenuto. Dopo aver fatto qualche piccolo acquisto ed esservi riempiti la pancia, sarà ora di spostarsi per continuare ad esplorare Formentera.

Alla scoperta di La Mola

L’isola vanta due fari molto suggestivi, quello di Cap de Barbaria e quello di La Mola. Il primo è decisamente fuori rotta nella prospettiva di visitare Formentera in un giorno. Meglio aspettare di fare una vera e propria vacanza sull’isola per goderselo appieno (anche perchè è al tramonto il momento migliore per fargli visita). Nel nostro itinerario quello consigliato è il faro di La Mola.

Da Sant Francesc prendete la lunga strada asfaltata PM820 e dirigetevi verso il centro abitato che dà il nome all’omonimo faro: El Pilar de La Mola. Lungo la strada, spettinati dal vento ed avvolti dai profumi dell’isola potrete osservare i campi di Formentera. Ciò che forse attirerà di più la vostra attenzione saranno i caratteristici alberi di fico. Grazie alla particolare tecnica della puntellatura, questi magnifici alberi si estendono in larghezza: la chioma, sostenuta dai rami piantati nel terreno, evita così di afflosciarsi. L’effetto creato, oltre ad essere molto scenografico risulta anche utile: come un ombrello protettivo, le caprette al pascolo, vi trovano riparo durante le ore più calde della giornata.

Superato il paesino di Es Caló, un ex villaggio di pescatori, la strada inizierà la sua salita. Vi state avvicinando a El Pilar de La Mola che si trova sull’unico altopiano di Formentera. Ad un certo momento, tra un tornante e l’altro vi accorgerete di aver raggiunto già una bella altezza. È proprio in quel punto, segnalato anche dalla presenza di un panoramico ristorante non a caso chiamato El Mirador, che potrete fermarvi per scattare delle foto. Avrete una magnifica veduta dell’isola: a sinistra vedrete la lunga spiaggia di Migjorn mentre dal lato opposto potrete ammirare la costa che inizia con le spiaggette di Ses Platgetes fino ad arrivare ad Es Pujols.

mirador formentera

Dopo le foto di rito proseguite in motorino verso El Pilar de La Mola ed una volta superata la graziosa chiesa fate sosta al mulino di Formentera meglio conservato. Se non lo sapete, l’antico nome di Formentera era Frumentaria. L’isola infatti basava la propria agricoltura ed il proprio commercio sulla macinazione del grano. In passato i mulini erano molti di più, ma attualmente solo il Molí Vell tiene intatta la sua struttura.
Per raggiungerlo dovrete superare il ristorante Sa Figuera, situato alla fine del paese, e subito dopo troverete sulla destra una stradina sterrata con le indicazioni per Molì Vell de La Mola.

Dopo averlo ammirato ritornate sulla strada principale e questa volta dirigetevi diretti al faro di La Mola, un must tra le cose da vedere a Formentera. Una volta arrivati al suo cospetto vi renderete conto della sua grande forza emozionale. Come un guardiano solitario, questo colosso si erge fiero sulle scogliere più alte dell’isola. Se non soffrite di vertigini affacciatevi ai bordi della roccia: resterete impressionati dallo scenario sotto ai vostri piedi.

Playa de Migjorn e pranzo vista mare

Dopo le emozioni del faro e del mulino vi sarà venuta voglia di un fare un bagno nelle acque cristalline di Formentera. Scendete quindi dalla strada percorsa in precedenza e, superato il villaggio di Es Caló, troverete sulla sinistra le indicazioni per Es Arenals, la parte più bella di Playa de Migjorn. Questo meraviglioso tratto di costa sabbiosa si trova precisamente al kilometro 11. Non vi sarà difficile individuare l’entrata poiché, la maggior parte degli accessi al mare è ben segnalata.

La spiaggia di Es Arenals è ampia e libera. L’acqua, inutile a dirlo, è di una bellezza indescrivibile! Approfittatene per farvi un bagno ma non sostate molto. C’è un’altra meraviglia da vedere da lì a pochi passi. Stiamo parlando della bellissima Caló Des Mort.
Per raggiungere questa caletta che assomiglia ad una piscina naturale dovrete percorrere la scogliera dall’alto. Una breve passeggiata che vi regalerà dei panorami degni di una cartolina. Vi accorgerete di essere arrivati a destinazione poiché la caletta è visibile già da lontano. Raccolta tra alte rocce si presenta in tutta la sua rara bellezza. Scendete prudentemente le scalette scolpite nella roccia e godetevi un bagno nelle sue acque trasparenti.

A questo punto sarà ora di pranzo. Noi vi proponiamo due opzioni in modo che possiate scegliere a seconda dei vostri gusti. Se volete mangiare qualcosa di poco impegnativo come un hamburger o un’insalata, il kiosko Bartolo (situato poco prima di Calò des Mort) è la soluzione ideale. Si tratta di una originalissima palafitta di colore azzurro che vanta una delle viste più suggestive dell’isola. Grazie alla sua posizione, leggermente rialzata, vi sembrerà di essere all’interno di un quadro. L’atmosfera è decisamente informale e scanzonata.

Se invece avete una fame da lupi e volete sedervi comodamente al tavolo, andate al Restaurante La Fragata. Per raggiungerlo avete due opzioni: fare una passeggiata lungo la spiaggia per circa 400 metri o nel caso siate un po’ pigri prendere il motorino e seguire le indicazioni per il ristorante. Nel secondo caso, il giro sarà molto più lungo, ma comunque in 5 minuti sarete a destinazione.
Il locale è grande ed accogliente e, se sarete fortunati, vi metteranno nell’ampia terrazza che guarda direttamente il mare. Il menù è molto ricco, dal pescato del giorno alla paella ai frutti di mare, avrete l’imbarazzo della scelta. Ricordatevi di chiedere lo hierbas a fine pasto, il liquore digestivo di Formentera. Non è un ristorante chic quindi non ci sarà bisogno di particolari formalità.

Pomeriggio ad Illetes e Levante

Il pomeriggio lo dedicherete alla scoperta della penisola di Es Trucadors. Che cosa è, vi chiederete. È quella lingua di sabbia sfuggita al mare che si trova poco distante dal porto di La Savina e che ospita due spiagge bellissime. Riprendete quindi il vostro motorino e dirigetevi a nord-ovest, seguendo le indicazioni per la spiaggia di Ses Illetes. In prossimità dell’entrata potrete inoltre osservare le meravigliose saline di Formentera. Bacini ricchi di sale che, un tempo, costituivano una grande fonte di reddito per l’isola.

Per accedere alle spiagge di Ses Illetes e Levante dovrete pagare un piccolo pedaggio. L’area, infatti, appartiene al Parque Naturale di Ses Salines ed i soldi raccolti vengono usati per preservare la ricca biodiversità che popola questo tratto dell’isola. La spiaggia di Ses Illetes è stata più volte inserita all’interno della classifica delle spiagge più belle d’Europa. Vedrete con i vostri occhi come Formentera possa a buon titolo competere anche con i remoti atolli dell’Oceano Pacifico.

ses illetes e levante

Situata esattamente sul lato opposto troverete la bellissima spiaggia di Levante chiamata anche Platja de Llevant. Una particolarità da sapere è che, se il mare sarà calmo e piatto da una parte, risulterà agitato e mosso dall’altra. Scegliete dunque la spiaggia che preferite e godetevi le vostre ultime ore a Formentera.
Illetes e Levante non sono però famose solo per la loro indiscutibile bellezza: sono anche le spiagge frequentate dai vip. Se siete degli appassionati di gossip tenete gli occhi ben aperti. Il vostro vicino di ombrellone potrebbe essere un calciatore famoso o una conduttrice televisiva.

L’ora più bella: il tramonto a Formentera

Dopo esservi sollazzati nelle acque cristalline di Ses Illetes e Levante sarà l’ora dell’aperitivo. Gustare un cocktail o una birra fresca, ammirando il calar del sole, sarà la ciliegina sulla torta della vostra giornata a Formentera. Dato che questa sarà l’ultima attività sull’isola, i posti che vi consigliamo sono tutti nei paraggi. Anche in questo caso vi proponiamo due opzioni in modo da poter scegliere a seconda delle vostre esigenze.

Il primo è l’elegantissimo Es Molí de Sal, un luogo storico di Formentera che ospita spesso numerosi volti noti. Si trova affacciato sulla bellissima spiaggia di Illetes e, Chiara Ferragni con il marito Fedez, non mancano di fargli visita ogni volta che soggiornano nella vicina Ibiza. Se cercate un servizio esclusivo ed un ambiente raffinato, qui verrete accontentati ed accolti con tutti i riguardi.

Di tutt’altro genere è il chiosco Sa Sequi, situato sulla strada che vi condurrà al porto di Formentera. Arredato in modo semplice con sgabelli e qualche tavolo di legno, gode di una bellissima vista sul porto e sulla piccola spiaggia di Es Cavall d’En Borras. Meno frequentato rispetto agli altri chiringuitos di Formentera, è uno di quei posti che permette di godere appieno lo spettacolo del tramonto.

Terminato l’aperitivo, sarà il momento di raggiungere il porto, riconsegnare il motorino, e salire sul traghetto per fare ritorno ad Ibiza. Speriamo di esservi stati utili con il nostro itinerario ma soprattutto di avervi fatto innamorare dell’isola. E ricordatevi… Formentera vale molto più di una semplice giornata!

 

Galleria Immagini

“Ogni viaggio lo vivi tre volte:

quando lo sogni,

quando lo vivi e

quando lo ricordi “

SCONTI

Acquista online i biglietti del traghetto Ibiza – Formentera e noleggia scooter o auto al prezzo più basso del web.
Puoi usufruire di questi sconti, anche se non hai affittato un alloggio con noi.

[socialpug_share]
Affitto Formentera - Appartamenti Es Pujols, Case e Ville
www.affittoformentera.com
  • it
error: